GNOCCO FRITTO MODENESE
INGREDIENTI
250 g farina 00 /0
50 g esubero di pasta madre solida/
35 licoli
30 gr di olio evo
150 g acqua tiepida (circa)
sale fino 1 pizzico
PROCEDIMENTO
Sciogliere il lievito in acqua, impastate la farina, olio e sale per ultimi, fino a ottenere un bell'impasto bene incordato.
Coprite e riponete in frigo.
Per averli pronti per cena togliete verso mezzogiorno, fate raddoppiare e stendete sottili 3/4 mm circa.
Potete far raddoppiare nuovamente o friggere subito in abbondante olio o strutto a una temperatura tra 170 e 180 gradi. Servire caldi accompagnati da affettati, formaggi, verdure grigliate o anche marmellate.
PER CHI TIENE DIFFICOLTA" COL FRITTO<
METTERE 25 GR DI OLIO EVO IN PIÙ NELL'IMPASTO E AL RADDOPPIO TIRARE A 1/2 mm a LINGUE DI SUOCERA AROMATIZZATE CON ROSMARINO CURCUMA SESAMI PEPERONCINO, SALE e le condisce lo stesso ,cotte in forno a 180 gradi ventilato finche sono secche,vengono buonerrime!
 
Rileggendo la ricetta, e non mi ricordavo ci volesse il lievito... ho spulciato tra i miei quaderni più vecchi e l'ho trovata...la ricetta della zia di mio padre, modenese doc, la ricetta dello gnocco fritto che mangiavo da bambina a Modena. Io ve la do, così per averne una in più:
Per ogni kg di farina
2 cucchiai di olio evo
sale q.b.
Latte q.b. I
mpastare con acqua gassata
In una ciotola capiente mettete la farina, l'olio pertanto latte quanto basta per ottenere un impasto granuloso, a questo punto impastare con acqua gassata. Mettere l'impasto in un sacchetto di plastica e far riposare almeno 1h. Stendere fine e tagliare a grandi losanghe o rettangoli e friggere in abbondante olio di semi.Si ringrazia Daniela Manfredini